venerdì 9 luglio 2010

L’ alimentazione naturale

Foto di Alessandra Cenci
La natura insieme a tutti i suoi esseri viventi sono il frutto di una lenta evoluzione che dura da miliardi di anni. Questo significa che la natura ha una sua intelligenza adatta a mantenere la vita.
I cibi che la natura ci fornisce sono già perfetti così come sono in quanto contengono, nel giusto equilibrio tutte le sostanze che sono necessarie per la digestione e la completa assimilazione.
Se invece i cibi vengono raffinati, conservati ed inquinati cominceranno a perdere molte importanti qualità nutrizionali, diventando cibi difficili da digerire, e in alcuni casi addirittura tossici, che ci sottrarranno energia vitale invece di donarcela.
L’alimentazione naturale utilizza cibi che sono il più possibile vicini alla natura come alimenti integrali e biologici. Gli alimenti integrali sono cibi integri di tutte le loro parti commestibili, a differenza dei cibi raffinati. I cibi biologici provengono da coltivazioni dove non sono utilizzati né pesticidi e né diserbanti.
Pesticidi e diserbanti sono sostanze altamente tossiche che inquinano l’ambiente sconvolgendo l’intero ecosistema agricolo, arrivando perfino a rendere i terreni improduttivi, e sconvolgono l’intero ecosistema attraverso l’inquinamento delle falde acquifere. Recentemente in alcune spiagge della Gran Bretagna si è verificato un allarme per la proliferazione nelle spiagge di alcune alghe tossiche dalle esalazioni mortali, dovute ad un uso eccessivo di fertilizzanti in agricoltura.
Inoltre pesticidi e diserbanti squilibrano il rapporto dei principi nutritivi degli alimenti; ad esempio depauperandoli di alcuni oligoelementi fondamentali e di vitamine. Le carenze di magnesio dovute ad un uso elevato di concimi potassici favoriscono il cancro, lo stesso avviene per le carenze di rame causate dall’uso eccessivo di concimi azotati e fosfati.
Con le monocolture sempre più diffuse ed in aree sempre più vaste, e con la conseguente riduzione della biodiversità, l’uomo ha creato le condizioni favorevoli per la moltiplicazione incontrollata di alcune specie di insetti come la curculionide del grano, che si sviluppa più rapidamente dove ci sono le monocolture rispetto ad un ambiente a più colture rispetto alle quali l’insetto non è adattato.
Negli alimenti biologici sono bandite sostanze come coloranti e conservanti di sintesi chimica come l’anidride solforosa e l’acido benzoico, additivi come polifosfati che sottraggono calcio all’organismo, o il glutammato…
Per un alimentazione sana e naturale si consigliano non solo frutta e verdure provenienti da coltivazioni biologiche controllate, ma anche carne e formaggi da allevamenti biologici. Per il pesce ed i molluschi ed i crostacei se possibile è da privilegiare quelli pescati rispetto a quelli allevati in mare. Visto che siamo quello che mangiamo se vogliamo sentirci in forze e carichi di energia bisogna mangiare cibi vivi. Recentemente si è scoperto che mangiare in modo sano influisce anche sul tono dell’umore! Provare per credere!

Nessun commento:

Posta un commento